...La principale difficolta` consisteva nel fatto che Alice non sapeva come maneggiare il suo fenicottero; ma poi riusci` a tenerselo bene avviluppato sotto il braccio, con le gambe penzoloni; quando gli allungava il collo, pero`, e si preparava a picchiare il riccio con la testa, il fenicottero girava il capo e poi si metteva a guardarla in faccia con una espressione cosi` buffa che ella non poteva tenersi dallo scoppiare dalle risa. Dopo che gli aveva fatto abbassare la testa, e si preparava a ricominciare, ecco che il riccio si era svolto, e se n´andava via. Oltre a questo c´era sempre una zolla o un solco li` dove voleva scagliare il riccio, e siccome i soldati incurvati si alzavano e andavano vagando qua e la`, Alice dovette concludere che quel gioco era veramente difficile. Gli altri giocatori, giocavano tutti insieme alla rinfusa e litigavano fra di loro, cosi` che la Regina monto` su tutte le furie e comincio` a girare per il campo da gioco urlando:"Tagliategli la testa! - oppure - Tagliate la testa a tutti!"

 

[Carrol Lewis, "Alice nel paese delle meraviglie"]